Il nostro approccio

Le sfide ambientali, sociali ed economiche che affrontiamo sono tutte collegate. Questo è riconosciuto dagli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite (SDG). Coprendo una vasta gamma di questioni, tra cui l'uguaglianza di genere, le città sostenibili, l'accesso all'acqua pulita e la buona governance, gli Obiettivi stanno diventando ben noti ora, quindi è importante per le aziende capire il loro contributo mentre effettuano le loro misurazioni.

Una priorità strategica

In qualità di firmatari del Global Compact delle Nazioni Unite e a sostegno dell'obiettivo di sviluppo sostenibile 12, collaboriamo con gli stakeholder per promuovere il miglioramento continuo nei settori dei diritti umani, degli standard lavorativi e dell'ambiente e per agire contro la corruzione.

L'approvvigionamento responsabile è uno dei tre obiettivi strategici per le operazioni della supply chain. Ciò significa che è incorporato in obiettivi chiave di prestazione e obiettivi individuali in tutte le nostre regioni e ha il proprio sistema di assicurazione integrato nel nostro Quadro di Corporate Governance.

Le nostre aspettative

Richiediamo ai nostri fornitori di rispettare il nostro Codice di condotta aziendale per i fornitori (il Codice fornitori), che definisce le nostre aspettative, sulla base dei 10 principi del Global Compact delle Nazioni Unite. Incoraggiamo inoltre i fornitori a sforzarsi di migliorare continuamente investendo in un loro programma per la sostenibilità in modo da soddisfare o superare il best practice a livello globale. 

Il Codice fornitori è considerato parte integrante di qualsiasi accordo che regoli il rapporto tra Tetra Pak e un fornitore. Tutti i nostri fornitori devono impegnarsi a rispettare il Codice fornitori prima di poter intraprendere con noi qualsiasi relazione commerciale, e a mantenere tale impegno nel corso dell'intera relazione. 

Nel 2017, il 98% dei nostri fornitori (in base alla spesa) in tutte le regioni ha sottoscritto il Codice fornitori. Per i fornitori di materie prime per il confezionamento, la percentuale è del 100%. A breve sarà disponibile un aggiornamento per il 2018.

Sistema di garanzia

Abbiamo istituito un sistema di garanzia dell'approvvigionamento responsabile che ci consente di valutare la conformità al nostro Codice fornitori. A rotazione, i fornitori con priorità sono tenuti ad effettuare autovalutazioni e audit in loco, e ad attuare azioni correttive in caso di riscontri materiali. La mancata conformità può comportare la cessazione del rapporto con un fornitore. 

Coinvolgimento dei fornitori

Ci serviamo del Sedex, (Supplier ethical data exchange) per coordinare la performance e il follow-up delle autovalutazioni annuali dei fornitori selezionati. Nel 2018, abbiamo ampliato il nostro lavoro con EcoVadis per aiutare i nostri team di approvvigionamento a monitorare meglio le questioni ambientali, sociali e di governance nella supply chain.

In caso di dubbi specifici, chiediamo ai fornitori di condurre audit in loco utilizzando la metodologia SMETA (Sedex Members Ethical Trade Audit) e di implementare azioni correttive entro un periodo di tempo concordato.

I responsabili dei fornitori di tutte le categorie di acquisto e di tutti i cluster regionali svolgono un ruolo chiave nell'interagire con i fornitori e nel rendere l'approvvigionamento responsabile parte della nostra agenda comune.

Formazione

Abbiamo lanciato un modulo di e-learning sull'approvvigionamento responsabile, che ora è obbligatorio per i responsabili dei fornitori. In futuro, forniremo una formazione mirata aggiuntiva e proseguiremo con i nostri sforzi per rafforzare ulteriormente le competenze di approvvigionamento responsabile in tutta l'organizzazione. 

Abbiamo inoltre creato un forum di esperti per l'approvvigionamento responsabile composto da team centrali e locali per la gestione dei fornitori in modo da garantire l'integrazione della sostenibilità all'interno delle attività quotidiane. Il forum garantisce inoltre che la nostra strategia globale tenga conto di specifiche categorie e requisiti locali. ​

Collegamenti correlati

Charles Brand condivide le sue idee sul nostro sostegno alla strategia di riciclo della plastica della UE

Desiderate maggiori informazioni sull'approvvigionamento responsabile?